Ztl Tridentino e aumento parcheggio strisce blu: commercianti e cittadini dicono No

Commercianti, dipendenti e residenti tutti contrari alla Ztl nel Tridentino, che dovrebbe entrare in vigore il prossimo 2 maggio. A dirlo è un sondaggio realizzato dalla Fiepet Confesercenti che ha chiesto a 8.560 persone di dire la loro sulla nuova misura voluta dalla Giunta Raggi. Il campione, formato da 5.337 esercenti (55%), 2.180 dipendenti (27%) e 1.043 residenti (18%), ha risposto in modo netto: il 92,7% è contrario alla Ztl A1 che tra l’altro limita l’ingresso anche a motorini e scooter, mentre l’89% è contrario anche a un altro quesito posto dall’Associazione di categoria che riguarda il rincaro dei parcheggi a pagamento in centro storico a 3 euro l’ora.“Abbiamo voluto fare questo referendum per capire al meglio le problematiche dei commercianti e dei pubblici esercizi. Abbiamo raccolto le loro preoccupazioni, gli esercenti sono spaventati da quello che potrà succedere”, ha detto oggi il presidente di Fiepet Confesercenti, Claudio Pica, che per conto della categoria ha chiesto un intervento dell’amministrazione capitolina e della Giunta Raggi.

Registriamo una grande preoccupazione degli imprenditori del Tridente e di tutto il centro storico. Pensiamo che il Comune debba cambiare tipo di azione sul centro storico di Roma, che è uno dei più importanti d’Europa”, ha aggiunto il presidente di Confesercenti Roma e Lazio, Valter Giammaria, per il quale “così l’amministrazione uccide o mette in difficoltà le imprese, invece di valorizzarle come dovrebbe”.

IL SERVIZIO DEL TGR LAZIO ore 14

RETESOLE TG LAZIO

>>>>I RISULTATI DEL SONDAGGIO 

Le Proposte degli esercenti

  1. Potenziare il Trasporto Pubblico nel centro prima di intervenire sulla ZTL
  2. Regole chiare e condivise per permettere lo scarico merci
  3. Allungare l’orario di servizio della metropolitana
  4. Sospendere il pagamento delle strisce blu nelle giornate di sciopero del servizio pubblico
  5. Creare parcheggi di scambio con collegamenti verso il Centro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *