FONTANA TREVI, PICA (FIEPET-CONFESERCENTI): “BENE RISPETTO REGOLE MA INGABBIARE TURISTI QUANDO CENTRO STORICO È DEGRADO HA POCO SENSO”

“Come Fiepet-Confesercenti siamo intervenuti più volte per chiedere all’Amministrazione comunale e agli assessori competenti di determinare e applicare regole per la salvaguardia del nostro centro storico. Ben vengano quindi tutte quelle regole che tutelano Roma e che vanno a beneficio dei romani che vivono la città, dei turisti che arrivano nella città millenaria per ammirare le nostre bellezze e dei pubblici esercizi che erogano prodotti e servizi. Quanto accaduto ieri a Fontana di Trevi ci sembra una cartolina surreale. La nuova ordinanza di Polizia Urbana decisa dal Campidoglio ha di fatto blindato per due ore i turisti – messi a debita distata in un’area nastrata come riporta la stampa di oggi – che volevano ammirare la scultura del Bernini trasformando così il leggendario lancio delle monetine in un ridicolo tiro al piattello. Basta però voltarsi alle spalle della monumentale fontana per rendersi conto che l’emergenza rifiuti è ancora un problema e che le aree limitrofe sono il suk di sempre. Migliorare l’offerta turistica significa ottimizzare il combinato disposto che è il prodotto di regole e servizi di accoglienza. Ci chiediamo, quindi, se ha senso ingabbiare i turisti quando il centro storico è un degrado a cielo aperto?”

E’ quanto dichiara in una nota Claudio Pica, presidente della Fiepet-Confesercenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *